Partecipa alle nostre escursioni! Prepara lo zaino, unisciti alla nostra compagnia nel viaggio nella Terra di Mezzo

In montagna ritroviamo il contatto con la natura e tramite le nostre guide si impara sempre qualcosa sulla flora e la fauna che ci circondano

La montagna e i suoi paesaggi danno benessere psico-fisico, sono fonte di energia e ci fanno stare bene.

Hiking Apennines sensibilizza alla tutela del paesaggio montano e alla conservazione degli ambienti naturali

A fine escurisone non manca mai una birra o una pasto insieme, spesso presso birrifici, cantine, osterie, o produttori

Siamo una community che condivide gli stessi interessi. Andare in escursione è sempre bello, ma farlo con altre persone è ancora meglio!

Negli Appennini ci sono sempre incredibili posti da visitare come abbazie, castelli, ruderi o antichi borghi. Vi sembrerà di trovarvi nella Terra di Mezzo!

HIKING APENNINES – Hiking in MiddleEarth

Per consultare la mappa aprire il menù a tendina in alto a sinistra e cliccare su un percorso o luogo.

 

Scarica subito l’app per smartphone con i percorsi che vedi nella mappa dal sito SmarTrekking!

logo_b           logo_app

Quando vai in montagna, non lasciare traccia

Partecipa su instagram HA con i seguenti #

Mission e Obiettivi  del progetto

Gli obiettivi del progetto sono:

-Sviluppo dei cammini e dell’attività del camminare. Camminando a piedi si ha una visione, una esperienza ed una percezione dei luoghi e del nostro rapporto con essi totalmente diversa; e quale luogo migliore per camminare se non negli scenari incredibili degli Appennini? Attraverso i cammini ci proponiamo di affermare il turismo montano e il turismo lento, tramite una piattaforma di riferimento in grado di dare a questa crescente tendenza anche una visione strategica riassunta in un vero e proprio progetto strutturato e partecipato.

-Creare una community di hikers, escursionisti, backpackers, attorno all’attività escursionistica e alla condivisione dei valori e concetti come il rispetto e la tutela dell’ambiente, l’amore per la montagna e per l’avventura.

-Affermazione della destinazione. Spesso si tende a pensare, erroneamente, che nelle Marche non esistano grandi attrattori turistici in grado di veicolare da soli grandi flussi di visitatori. Noi crediamo invece che questo possa essere rappresentato dalla zona montana degli Appennini che può divenire il grande attrattore del nostro territorio. Visti nel loro insieme hanno infatti carattere di assoluta unicità. Dobbiamo immaginare gli Appennini come una grande unica meta turistica di rilevanza globale un enorme “museo a cielo aperto” accessibile a tutti fatto di biodiversità, paesaggi, boschi, grotte, eremi e monasteri, natura e storia, luoghi remoti e nascosti, ai quali si accede tramite sentieri, attraverso dei viaggi lenti a piedi o in bici.

-Creare sinergia tra la rete sentieristica, le strutture e i piccoli borghi. Proprio questi borghi o strutture (b&b, agriturismi, rifugi) con l’affermarsi del progetto, avrebbero ricadute positive dovute alla richiesta di ospitalità, il che sarebbe un incentivo al recupero del patrimonio immobiliare in disuso e ovviamente una fonte di occupazione.

-Rendere fruibile e accessibile la rete sentieristica alla potenziale domanda turistica, sia nella fase di scelta della destinazione, quindi sul web, sia nella fruibilità in loco, quindi mappatura e segnaletica. Per questo è stata creata una mappa interattiva e un’app per smartphone.

-Promuovere gli Appennini tramite un marketing territoriale che miri a sviluppare una adeguata strategia di story telling, che riesca a creare un contenuto intangibile associato alla destinazione in grado di accrescerne l’attrattività agli occhi dei turisti, italiani e stranieri. Vogliamo fare si che si possa guardare a questi luoghi come si guarda ad un luogo fantastico, una Terra di Mezzo.

-Sensibilizzare alla tutela ambientale e paesaggistica di questi luoghi. Vediamo infatti l’Appennino come un luogo nel quale è ancora possibile progettare un modello di sviluppo alternativo che si contrapponga a quello basato sul cemento. Questi luoghi grazie al lor essere incontaminati riescono ad evocare sensazioni che non possiamo provare altrove, e proprio questo è ciò che li rende unici. E’ dunque essenziale per non compromettere questa caratteristica, progettare un turismo che abbia assoluto rispetto dei luoghi, un turismo lento e non invasivo. Sentieri, B&B e rifugi sono infatti le uniche “infrastrutture” che servono al turista e che sono compatibili con la montagna.